Berenice Scarabelli

Berenice Scarabelli

Bellezza Sostenibile

protezione solare d'inverno
Protezione solare in inverno

La pelle è esposta alle radiazioni solari tutto l’anno … per fortuna, perché significa che il sole continua a splendere!

Ma è bene tenere in considerazione 2 aspetti, che spesso sono ignorati:

  1. quotidianità: arrivano alla pelle raggi solari UV ogni giorno e tutto l’anno ad esempio mentre si passeggia o si guida la macchina
  2. stagione: non si pensa che sia necessaria la protezione solare in inverno perché la si associa all’estate e più precisamente a quando si va al mare e a quando la temperatura inizia ad essere sui 30°C.

E’, invece, fondamentale garantire la protezione solare in inverno, nonostante l’esposizione avvenga su una minor superficie cutanea e sia più breve che nei mesi estivi.

La protezione solare in inverno deve far parte della nostra skincare quotidiana, se si desidera evitare l’insorgenza di macchie melaniche indesiderate ed un pelle rugosa.

Quando si parla di prodotti cosmetici antiage, ricorda che il più efficace tra tutti rimane la protezione solare tutto l’anno, 365 giorni all’anno. Prevenire i danni da sole è sempre meglio che curarli.

Ma come deve essere la protezione solare in inverno?

Deve prevedere un fattore di protezione (SPF) molto alto. Ed essere applicato almeno 2 volte al giorno.

Le creme solari migliori sono quelle a base di schermi fisici, ossido di zinco e biossido di titanio non nanoparticella perchè si comportano come tanti piccoli “specchietti” che riflettono i raggi UV dalla pelle e la difendono.

Pensa che 1 sciatore su 2 si scotta al sole e 7 su 10 sono ignari dei messaggi educativi sulla protezione della pelle in montagna! Questo perchè si tende a non associare la presenza dei raggi UV alla montagna ma solo al mare.

protezione solare in inverno

Raggi UV in alta quota:

  • Il sole d’inverno non sparisce, semplicemente arrivano sulla Terra meno raggi UV-B (che sono quelli che scottano ed abbronzano). I raggi UV-A, invece, arrivano costantemente tutto l’anno ed hanno la caratteristica di non scottare, ma di regalare un bell’invecchiamento della pelle.
  • A 1500m di altitudine vi è una quantità di raggi UV superiore del 20% rispetto al livello del mare. Si calcola che l’intensità dei raggi UV solari aumenta di circa il 12-15% ogni 1000 metri di altitudine. Questo è dovuto al minor spessore dell’atmosfera che i raggi UV devono attraversare, ma anche alla quasi totale assenza di inquinamento in alta quota.
  • Non esiste solo la via diretta dal sole, perchè i raggi UV possono essere riflessi dal suolo o diffusi dal cielo. Tanto più chiara è la superficie riflettente, tanto maggiore è la quantità di raggi riflessi che ci colpiscono.

Riflessione dei raggi UV su alcune superfici:

  1. La neve ha un coefficiente di riflessione del 50-85% a seconda di quanto è più o meno pulita la neve e di conseguenza c’è un rischio molto elevato
  2. La sabbia e l’acqua di mare hanno un coefficiente di riflessione del 15-20%, e si deve prestare attenzione al rischio di scottature
  3. Il cemento e l’erba hanno un coefficiente di riflessione molto basso, 0,5-4%, per cui il rischio è trascurabile.

Come vedi è molto importante salvaguardare la pelle anche in situazioni diverse da quelle estive ed aiutarla sempre con schermi solari adeguati, ovvero compatibili con la fisiologia della pelle e che siano soprattutto sostenibili per l’ambiente.

E’ meglio usare una crema solare o il make up con filtro solare?

La crema solare nasce con questo specifico scopo: proteggere la pelle dai raggi UV. La sua formulazione prevede, perciò, tutta una serie di ingredienti cosmetici che lavorano per mantenere al meglio la salute ed il benessere della pelle, come ad esempio sostanze idratanti, lenitive, oli nutrienti, antiossidanti oltre ovviamente agli schermi solari fisici.

Un prodotto di make up, invece, vede la funzione di protettivo solare come secondaria, per cui non potrà avre tutti gli attivi tipici di un prodotto protettivo. Avrà solo qualche filtro solare aggiunto alla formulazione.

A mio avviso è meglio optare per una crema solare da stendere in modo uniforme su tutte le zone foto esposte (volto, collo, labbra e mani) e da poter riapplicare più volte se necessario. Una crema solare che oltre a proteggere, ripara anche la pelle dai danni solari.

Quello che ti posso consigliare è il seguente prodotto solare. Personalmente lo trovo molto efficace sia per la protezione solare in sé che per la ricchezza di attivi che mantengono la pelle morbida, idratata e protetta anche da quelli che sono gli attacchi da radicali liberi. Oltretutto è approvata anche dai “paradisi tropicali” come le Hawai per essere ad impatto zero sui coralli.


Il mio fresco consiglio

FRESH sunscreen Ringana

Balsamo protezione solare

Protegge e si prende cura della cute durante l’esposizione solare. La formula resistente all’acqua e priva di nanoparticelle con SPF 20 punta su un filtro di protezione solare minerale naturale. Grazie all’innovativa formula la crema si spalma facilmente. Il risultato: un’abbronzatura uniforme e una protezione a 360° contro l’invecchiamento cutaneo causato dal sole. Perfetto per tutti coloro che in generale non vogliono i filtri UV sintetici.

protezione solare in inverno

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Facebook
LinkedIn
Email
Telegram
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe anche interessare

visione del futuro
Pillole di business

La visione del tuo futuro

“Sai qual è l’unica cosa che va secondo i piani?” “L’ascensore!” Questa battuta è per dire che nonostante i continui impegni, le continue pianificazioni, non

Copyright © 2022 Berenice Scarabelli

P.I.: IT02784670305

Privacy Policy

Cookie Policy

Seguimi su

Website designed by Eva De Marco Creativa Digitale