Berenice Scarabelli

Berenice Scarabelli

Bellezza Sostenibile

rosa mosqueta
La rosa in cosmesi: rosa mosqueta

Conosci l’olio di rosa mosqueta? Se lo hai già provato, sai che non profuma di rosa.

In cosmesi quando si parla di Rosa, si pensa che ne esista una sola tipologia. Basta dire “contiene rosa” che subito ci viene in mente il bocciolo fresco di una rosa. In realtà esiste un bouquet  molto ricco di “rose” che dipende dalla pianta (fiore o frutti) ma anche dal metodo di estrazione (enfleurage, distillazione a vapore o acqua aromatica di rosa). Per semplicità possiamo così schematizzare i 2 gruppi:

  • Rosa che deriva dai frutti: rosa canina, rosa mosqueta (oli di base)
  • Rosa che deriva dai petali: rosa damascena, centifolia (oli essenziali ed idrolati di rosa)

Gli idrolati invece sono soluzioni acquose di acqua e sostanze idrosolubili estratte dai petali della rosa.

Olio di rosa mosqueta (Rosa Rubignosa)

E’ un olio ottenuto dalla spremitura a freddo dei semi della pianta che vive in Cile e in Sud Africa. E’ molto sensibile alla luce, all’aria e agli sbalzi di temperatura per cui va incontro facilmente a processi di alterazione. E’ molto importante che l’olio sia di elevata qualità. L’odore che emana è piuttosto forte (non di rosa!), tipico degli oli ricchi in acidi grassi essenziali. Se tale nota dovesse essere fastidiosa si può associare un olio essenziale oppure optare ad una formulazione filtrata e deodorata che pero’ non ha una composizione chimica completa. Essendo un olio di base, ha delle proprietà strettamente dipendenti dalla composizione chimica dell’olio stesso. Il prezioso olio è ricco in:

  • acidi grassi precursori degli omega6 e omega3 (45% acido linoleico; 35% acido alfa-linolenico)
  • fitosteroli (frazione insaponificabile)
  • vitamina E
  • vitamina A (acido trans retinoico)
  • carotenoidi (beta-carotene, licopene, rubixantina, gazaniaxantina, betacryptoxantina, zeaxantina)
  • minerali
  • aminoacidi

Requisti della confezione dell’olio di rosa mosqueta

  • la bottiglietta deve essere in vetro scuro
  • la provenienza di coltivazione biologica
immagine della rosa mosqueta

Proprietà cosmetiche dell’olio di rosa mosqueta 

Avendo una composizione chimica eudermica, vanta numerose proprietà ed impieghi:

  • utile per pelli mature perchè la frazione insaponificabile stimola i fibroblasti
  • aumenta l’idratazione delle pelli aride e screpolate
  • ripristina la barriera epidermica e riduce la perdita di acqua
  • proprietà leviganti, cicatrizzanti per cui è ottimo per cicatrici, cheloidi, cicatrici da acne e varicella e smagliature
  • usato come impacco rigenerante per capelli aridi, sfibrati, aggrediti da colorazioni o trattamenti stressanti
  • protezione da agenti esterni dannosi quali sole, smog, freddo…

L’olio di rosa mosqueta è importante per mantenere a lungo la bellezza della pelle.

E’ possibile potenziarne, diversificarne le proprietà aggiungendo oli essenziali puri e bio. Vale la regola che in 50 ml di olio di rosa mosqueta si possano aggiungere 10 gocce di olio essenziale.

rosa mosqueta

RICETTE COSMETICHE

Ecco di seguito alcune ricette, ma ne potrete trovare di altre interessanti altrove:

1) OLIO DI ROSA MOSQUETA vs SMAGLIATURE E CICATRICI

  • in 50 ml di olio, aggiungere in tutto 10 gocce di olio essenziale a scelta tra o.e. mandarino, incenso, rosa, palmarosa, mirra, neroli.

2) OLIO DI ROSA MOSQUETA vs MACCHIE CUTANEE

  • 10 gocce di o.e. di limone (ci sono comunque altri validissimi oli vegetali di cui vi parlero’ più avanti). Attenzione che l’olio essenziale di agrumi è fotosensibilizzante, per cui va usato tassativamente solo la sera.

3) OLIO DI ROSA MOSQUETA vs PELLE MATURA

  • 10 gocce di o.e. di ylang-ylang, incenso

Chiaramente con gli oli essenziali vale la regola di NON fare mai “violenza olfattiva” ovvero se un o.e. non piace significa che non siamo pronti per riceverlo. Il naso è quello che comanda. Molto semplice.

Per cui si opterà per o.e. a noi graditi! Qual è il tuo olio proferito quindi?

E’ sufficiente usare l’olio di rosa mosqueta per idratare la pelle?

No. Non fare l’errore che fanno tutte e cioè di buttarsi a capofitto sull’olio e basta.

L’anatomia della pelle richiede sia una componente grassa che acquosa. Dare alla pelle solo l’olio significa impoverirla di acqua. Il mio consiglio è di alternarlo alla crema abituale o di aggiungerlo nel caso in cui noti che la crema non è sufficiente a garantire la corretta morbidezza ed idratazione.

Non dimenticare mai che la bellezza della pelle dipende da molti fattori, tra cui la protezione solare, la corretta detersione e la giusta alimentazione.


Vuoi sapere di più sulla rosa? Sfoglia gli articoli:


Il mio fresco consiglio

FRESH cleanser

Latte detergente

Il primo passo per avere una pelle bella è detergerla correttamente. La nuova formula del FRESH cleanser rimuove le particelle di sporco e i residui di make-up delicatamente e in profondità ed è certificata secondo lo standard per la cosmesi naturale COSMOS Bio.

FRESH sunscreen face

Protezione solare per il viso media SPF 15.

Fornisce una protezione affidabile ad ampio spettro contro i raggi UV, la luce blu e la luce infrarossa. L’emulsione consente una pratica applicazione e lascia una gradevole sensazione sulla cute trattata che non risulta lucida.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Facebook
LinkedIn
Email
Telegram
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe anche interessare

visione del futuro
Pillole di business

La visione del tuo futuro

“Sai qual è l’unica cosa che va secondo i piani?” “L’ascensore!” Questa battuta è per dire che nonostante i continui impegni, le continue pianificazioni, non

Copyright © 2022 Berenice Scarabelli

P.I.: IT02784670305

Privacy Policy

Cookie Policy

Seguimi su

Website designed by Eva De Marco Creativa Digitale