Berenice Scarabelli

Berenice Scarabelli

Bellezza Sostenibile

mangiare in fretta
Mangiare in fretta: 9 consigli per cambiare

In una società dove tutto è veloce, tutto è alla portata di un click, figuriamoci se non lo è anche il tempo che dedichiamo a mangiare. Da qui nasce la cattiva abitudine di mangiare in fretta!

mangiare in fretta
Mangiare in fretta

Spesso le persone mi dicono di mangiare in fretta per i seguenti motivi:

  1. Pause pranzo troppo corte
  2. Abitudine, retaggio della mamma che tirava quasi via il piatto per sistemare la cucina
  3. Si mangia mentre si guarda il proprio smartphone
  4. Ci sono troppe cose da fare dopo il pranzo
  5. I figli impegnano troppo
  6. Si mangia da soli, magari in un ambiente poco familiare e confortevole
  7. Poca fantasia nel preparare il cibo
  8. Si mangia la prima cosa che capita, magari stando in piedi
  9. Si è in balia delle emozioni

e chi più ne ha e più ne metta. Ma sappiamo che mangiare in fretta non è salutare e neppure ecologico per il proprio corpo e la propria mente.

Ecco alcuni sintomi del corpo di quando non si presta attenzione e si continua a mangiare in fretta:

  1. pancia che si gonfia come un palloncino
  2. dopo poco tempo hai di nuovo fame
  3. si innescano processi di fermentazione, reflussi, ecc…
  4. aumenti il carico di tossine nel corpo
  5. difficoltà a dimagrire
  6. il tuo sonno non è regolare

Ma cosa succede se iniziamo a masticare più lentamente? Degli incredibili vantaggi… gratis!

  1. Introduci meno aria e quindi la pancia è sicuramente meno gonfia. Non ti serve nessun tipo d’integratore “pancia-sgonfia!”
  2. Attivi prima il centro della sazietà perché il cervello percepisce che stai nutrendo il corpo. Ed il centro della sazietà rimane attivo più a lungo… in pratica mangi di meno, sei più sazia e dimagrisci.
  3. Sminuzzando bene con i denti il cibo, permetti a tutti i succhi di stomaco ed intestino di scomporre in modo corretto tutte le molecole, carboidrati, proteine, grassi ed evitare così tempi lunghi di digestione che portano inevitabilmente a sviluppo di processi (gas e meteorismo) fermentativi e putrefattivi a livello intestinale. E’ fondamentale questo perchè la tua salute dipende da quella del tuo intestino.
  4. Sminuzzando bene il cibo con i denti, le molecole ottenute dalla digestione riescono ad essere assimilate dal corpo e quindi di fatto tu nutri il corpo stesso e mantieni il metabolismo bello attivo.
  5. Non avrai l’abbiocco post prandiale!

Ma come fare per iniziare a prendere questa sana abitudine?

salute intestino

Ecco i 9 consigli per smettere di mangiare in fretta

  1. Limita il cibo in base al tempo che hai a disposizione. E’ inutile prepararsi una quantità industriale di cibo se il tempo necessario è troppo poco.
  2. Apparecchia la tavola anche quando sei da sola a mangiare, non sai quanto rallenta la masticazione.
  3. Dopo ogni forchettata, appoggia la forchetta e concentrati sul masticare.
  4. Non prendere in mano la forchetta fino a che non hai deglutito il bolo alimentare.
  5. I saggi cinesi dicono di masticare ogni boccone 30 volte! Io personalmente suggerisco di iniziare con 8 per poi passare a 12, poi a 15. Se riesci a mantenere d’abitudine i 15 sei sulla buona strada… la meta finale è imparare a masticare 30 volte.
  6. Evita le distrazioni: smartphone, TV, ambienti rumorosi distraggono il cervello che non riesce a creare quel delicato equilibrio e connessione tra cibo, corpo e mente.
  7. Osserva i tuoi pensieri: mangiare velocemente va di pari passo con la velocità dei tuoi pensieri. Quindi rallenta il flusso dei tuoi pensieri per un momento. Spesso non ti accorgi di quanto il tuo “frullatore mentale” stia lavorando. Impara a rallentare il flusso dei tuoi pensieri.
  8. Per rallentare il flusso dei tuoi pensieri, un ambiente più tranquillo o il guardare con gratitudine cosa hai nel piatto possono funzionare.
  9. Manifesta un po’ di gratitudine per l cibo che mangi, lo si dà purtroppo sempre per scontato.

Scegli tu da dove iniziare per cambiare l’abitudine di mangiare in fretta!

Ricorda che ci vogliono 28 gg per rendere familiare al tuo cervello la nuova abitudine acquisita.

Per cambiare l’abitudine a mangiare in fretta, ti chiedo come stai guardando e percependo il cibo? E’ solo una cosa solida o liquida da introdurre nel corpo per nutrirsi? E’ una combinazione di principi nutriviti necessari alla soppravvivenza ?

Cambiando punto di vista, cambi anche il tuo mondo. E quindi perchè non tornare un pò alle origini e dare maggior attenzione al cibarsi come un momento di sacralità e di silenzio? Un momento per se stessi in cui poter ringraziare ciò che si ha come frutto di madre Natura?

Perchè non soffermarsi a contemplare i colori, la forma dei vegetali, quali espressioni di creatività e fantasia della natura che ogni giorno ci offre cibo?

Se questo articolo ti può aver dato uno spunto di riflessione in più, scrivimi ciò che pensi.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Facebook
LinkedIn
Email
Telegram
WhatsApp

2 risposte

  1. È da un pò che sto cercando di “rallentare” la mia masticazione e di godermi il pranzo rilassata! Questo articolo mi sarà sicuramente super utile! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe anche interessare

visione del futuro
Pillole di business

La visione del tuo futuro

“Sai qual è l’unica cosa che va secondo i piani?” “L’ascensore!” Questa battuta è per dire che nonostante i continui impegni, le continue pianificazioni, non

Copyright © 2022 Berenice Scarabelli

P.I.: IT02784670305

Privacy Policy

Cookie Policy

Seguimi su

Website designed by Eva De Marco Creativa Digitale